Manzo

10 frasi per essere scaricata da un manzo

In realtà sono infinite, ma tutto sommato il manzo non è una creatura creativa. Ha ereditato dall’uomo delle caverne. Il bonga bonga ha imparato qualche grugnito su come scaricare le cavernicole e da lì è iniziata la corroborante pratica di prendere lo scaricatore a colpi di clava sulla capoccia. Un’attività sportiva a tutti gli effetti: coordinazione, fiato e forza fisica sono richiesti per dare al cretinissimo il giusto trattamento. Le sfigatone come me capiranno: scaricare è raro, essere scaricata un’abitudine. Vediamo dieci carognosi modi da noi subiti:
1. “NON SONO ADATTO A TE.” Già, perché lo decidi tu cosa sia adatto per me. Un bel giorno quello arriva e gli viene in mente che non siete “adatti” per stare insieme. Ma cosa cazzo vuol dire? Cos’è, fino ad una settimana fa ero adatta e ora hai scoperto che ho qualche pelo di troppo? O la mia gatta non è di tuo gradimento? Quindi mentre mi zompavi addosso l’altroieri ero adatta a farti sospirare di piacere, ma ora non più? Cos’è che non hai di adatto, mio cercopiteco pretestuoso? Cosaaaa?
2. “TI AMO TROPPO.” Questa è l’estrema minchiata dello scaricatore. Se credete che sia passata di moda, voi manzette giovani e moderne, vi sbagliate. Perché nell’unico interruttore difettoso che il mononeuronico dimentica puntualmente di accendere c’è un oscuro folletto che gli fa credere che amare possa essere “troppo”. Ora, dato che l’amore è di per sé un sentimento totalizzante, quand’è che a te “stroppia”? E soprattutto, quand’è che cominci a pensare che se ami troppo devi lasciare l’oggetto del tuo amore? Io so che ami troppo la tua birra, visto che te ne scoli 10 in una serata, ma non mi sembra che tu abbia mai lasciato una bionda incustodita perchè “mi piace troppo il suo sapore.Idiota.
3. “DEVO TROVARE ME STESSO” questa l’ho ricevuta dal mio primo ragazzo quando avevo più o meno 16 anni. Mai capita. Ora è sposato, e gli auguro di aver trovato tutto quel che doveva. Chissà, magari ai piedi di un arcobaleno.
4. “HO UN’ALTRA.” Si, perché una che ti ama e ti rispetta non ti basta. Suvvia, ci siamo evoluti, potete anche smettere di seguire l’istinto inseminatore incontrollato. Tranquilli, la discendenza cretina l’avrete comunque, perché l’ “altra” vi amerà per sempre.
5. “STO PER PARTIRE” questa può essere incredibilmente idiota, quando vi lascia per andare a lavorare in Nuova Zelanda e il weekend dopo lo vedete al reparto surgelati dell’Esselunga.
6. “LA COLPA E’ MIA.” Qui mi sfugge qualcosa, perché la lista di tue colpe è infinita, ma io non ti ho mai lasciato, neuroncino mio. E non ne avrei nemmeno intenzione. Quindi sì, la colpa per avermi lasciato è tua, e questo lo capisco. Non ne capisco la causa. Bah.
7. IL MUTO FUGGITIVO. Il mio must have, quello che semplicemente scarica nel silenzio della notte, senza dire una parola, senza una spiegazione e senza un senso. A volte vale la pena cercare il chiarimento, parlare tranquillamente davanti ad un caffè ed una lupara. A volte, la maggior parte delle volte, no.
8. “HO DEI PROBLEMI.” Se arrivi a dirmi ciò, è evidente che ce li hai. Se i problemi sono interni alla coppia, ne possiamo parlare. Se i problemi sono esterni alla coppia, ne possiamo parlare. In entrambi i casi, se mi lasci per i problemi, il problema è tuo, non mio.
9. “SEI TROPPO […]” qui tenta timidamente di additare una qualche colpa alla sfigatona di turno. Perché sia che tu sia troppo perfetta-bella-brava-intelligente, sia che tu sia troppo possessiva-intransigente-polemica-coinvolta, la colpa è tua, e ti farà sentire una merda. Solo se glielo permetti, però.
10. “PRENDIAMOCI UNA PAUSA” Ok, ma a me servono solo dieci minuti per mandarti i miei amici russi Igor e Dimitri a casa. Tranquillo.
Ommioddio. Con poco più di 600 parole ho ottenuto lo stesso beneficio di 10 anni di psicoterapia.
Grazie, carogna.

 

  • Giacomo

    Bellissimo pezzo,ma va pur detto che anche il gentil sesso a volte usa le stesse frasi per scaricare.
    Personalmente la 1 ,la 3 ,la 6 e la 8 le hanno usate pure con me!
    La 5,quella dei surgelati,mi ha fatto cappottare(a dire la verità hanno usato pure questa…..ma quante volte sono stato scaricato?)
    Se non lo hai mai visto (ma sicuramente lo hai visto)ti consiglio un film sull’argomento,”la verità è che non gli piaci abbastanza”,ti farà bene…

    • Penso che spesso gli articoli siano vissuti da entrambi i sessi..
      Sì sì, ho visto il film, ma non è realistico. Fosse realistico lei finirebbe single. Ancora.
      Ma il mondo femminile ha bisogno di sperare.