Manzo

I 10 tipi di Manzi da discoteca

Meritano un capitolinissimo a parte. Essendo io una manza da discoteca ho avuto modo di osservare vari tipi di manzi che bazzicano tali luoghi di speranzoso abbordaggio. Cercherò di descriverli con piglio metodico e scientifico, data la serietà dell’articolo.

  1. Il girovago. Un’anima in pena. Un vagabondo senza fissa dimora. È inquieto, insoddisfatto e ansiogeno. Passa da un angolo all’altro del locale come uno zombie sonnambulo, seguito di solito da uno-due zombie sonnambuli come lui. Si guarda intorno come se cercasse il Santo Graal o un segreto di Fatima, e indugia con lo sguardo su qualsiasi ragazza con fare apatico e occhi mesti, senza mai soffermarsi a parlare. Utilità zero.
  2. Il ballerino. Dà un po’ di movimento, a volte anche troppo. Ci sono mononeuronici che non hanno il senso della misura, al punto da buttarsi nella pista e dimenarsi come tarantolati fino a sudare come atleti olimpionici, o alpinisti avvinazzati. Lui di sicuro, se ti intercetta nella sua ellittica, ti agguanta senza nemmeno chiederti il nome per farti volteggiare (secondo lui) e stomacare (secondo te) con mille piroette e zero senso del ritmo. [Nota della Sfigatona: i veri Ballerini, quelli bravi, esistono ma sono pochi. Quanto mi fanno sbavare. Se qualche Ballerino bravo sta leggendo mi contatti e sarò sua para siempre.]
  3. Il bevitore. Udite udite, le discoteche guadagnano sulle bevute. Dopo tale lapalissiana scoperta, non si può negare come spingano ogni avventore incauto ad alzare sempre più il tiro. I cocktail sono allungati con 3 litri d’acqua, quindi al Bevitore non sale la botta d’ubriachezza molesta prima del quinto-sesto, perciò lo riconoscerete dal suo piantonamento fisso al bar, o dal sempiterno bicchiere che volteggia in aria atteggiandosi a borioso viveur mondano di ‘stograndissimocazzo.
  4. La spalla. Ispira simpatia, o forse no. La Spalla è una figura ambigua, di solito un accompagnatore di baccagliamento a due. Accade questo: un mononeuronico avvista una bella puledra in compagnia di un’amica cessa ma che deve essere davvero molto simpatica, quindi non può andare solo perché altrimenti l’amicamoltosimpatica comincerebbe a sbuffare, sottraendo la preziosa preda al nostro eroe. È allora che interviene il Robin di Batman, il Bubu di Yoghi, il Pinotto di Gianni. Egli, con commovente spirito di sacrifizio ed abnegazione, si immola nell’intrattenere l’amicamoltosimpatica, che nel frattempo sta già chiamando la mamma per squittire che si è appena fidanzata. Esiste tuttavia un monumento dei Caduti per mano delle Amichemoltosimpatiche. Perché saremo cesse, ma anche molto, molto vendicative.
  5. Il baccagliatore statistico. Uno dei miei preferiti. Un mononeuronico all’arrembaggio. Se lo seguite per 20-30 minuti vi garantisco che avrete risolto la serata, perché è divertentissimo osservarli. Lo Statistico segue un minuzioso e dettagliato metodo affinato negli anni, ovvero, alla ‘ndocojocojo. Lo scienziato baccaglia chiunque indistintamente, senza abbattersi mai, uscendo rinvigorito da ogni due di picche. Non ha scrupoli né morale, e passa disinvolto da te alle tue amiche al gruppetto di ragazze accanto al vostro fino alla guardarobiera. Ho il sospetto che seguano un andamento a raggiera, ovvero dal centro della sala fino agli angoli della tappezzeria, ma non ne sono sicura.
  6. Il tappezziere. Un po’ come il girovago, la sua utilità è un mistero darwiniano. Non si muove, non interagisce, non balla, non beve, non fa un cazzo di niente. Una volta entrato sceglie il muro da impersonare e via, si parcheggia lì un po’ imperiosamente, come un airone sul fiume (no ma li avete visti? Io li adoro. Possono fissare il vuoto per ore, senza mai e dico mai muoversi. La prossima vita voglio rinascere airone).
  7. Il “Iociòiltavolo”. Un odioso mononeuronico snob bigspender vestito di merda convintissimo Briatore dei poveri. Simili a moderni cavernicoli, credono che avere un tavolo sia l’equivalente di una conquista territoriale capace di garantire il sostentamento al proprio villaggio. Il tavolo simboleggia il potere, lo stato sociale, la posizione nella piramide mondana. Spende centinaia di euro per una bottiglia da 20 e gonfia la pappagorgia come le rane quando cantano. Io e le mie amiche facevamo così: ci invitavano, accettavamo, ci sedevamo per riposare i piedi massacrati da tacchi impietosi, bevevamo tutto quel che era possibile e “gentilmente offerto” e poi via. Hasta la vista. Ora per convincere le mie amiche ad andare in discoteca devo prima stordirle col cloroformio.
  8. Il fighetto. Un parente stretto dell’ “Iociòiltavolo”, ma senza soldi. Quello al massimo ti offre un drink mentre si riavvia i capelli, si liscia la camicia, e gongola. Vien voglia di tirargli un pugno per esorcizzarlo da tale dannosa credenza. Risvoltini, abbronzatura artificiale (o fondotinta, ovvove!) e faccia di culo lo caratterizzano. Di solito è anche inespressivo, tipo una figura Panini.
  9. Lo sfigato. Il nemico naturale, la nemesi del Fighetto. Non si capisce perché l’abbiano fatto entrare. Anche lui è vestito di merda, ma perché la mamma gli fa mettere ancora le bretelle e le camicie del padre. Possiede una congenita incapacità di corteggiare ed approcciare qualsiasi creatura femminile, e quando lo fa ne sperimenta le tragiche conseguenze. Possono fare battute tristissime da farti cadere le ovaie, o cacciar fuori una spocchia epica e del tutto ingiustificata. In tutti i casi, la fuga è l’unica soluzione.
  10. Il burino. Il cafonazzo, l’ignorantone, il tamarro gretto e grezzo. I modi gentili verso le “femmine” sono del tutto opzionali, stancanti, inutili e troppo rispettosi. I Burini sono in aumento in tutti i locali. Sono volgari, chiassosi, primitivi e pure brutti. Urlano, sudano, spintonano e sono anche convinti di essere fighi. Idioti.

Sto cercando nei meandri della mia mente incasinata una conclusione giusta, saggia e non volgare ma mi viene solo in mente :
“Ma fatemi ballare e levatevi di culo.”

  • sele

    ahahahah oddio mi fai pisciar dal rideeee ed è lunediii quindi è un piacere enorme che mi fai!!! io come ben sai OPTO per il ballerino…MA QUELLO BRAVO PERò EH…. un bacio Julsssss

    • E hai trovato un ballerino alla tua altezza !

      • selena

        smuackkkkkkk

  • Mery

    Un raggio di sole acido dopo un weekend pessimo.
    Grazie.

    • É un piacere.

    • selena

      lo dico sempre anche iooooo