Manzo

I 10 tipi di Manzi

Nella mia lunga carriera da single & sfigatona, ho potuto collezionare una vastissima conoscenza delle varie specie di manzo. Insomma, alla fine è sempre cultura, e forse sono un po’ più occhiuta delle fidanzatine da liceo, quelle che si mettono insieme allo stesso ragazzo da una vita, ci fanno sesso a malapena e imparano prestissimo a triturargli finemente le palle. Poveri manzi. A ‘sto giro avete ragione voi.

Comunque, sia mai che io non riconosca al mononeuronico le sue doti, e ve le elenco così, con un principio di carogna.

La mia listissima dei 10 tipi di manzo.

  1. Il FIGO. Il figo è semplicemente un figo. Inarrivabile, bellissimo, affascinante, ben vestito, socialmente adorato. In una parola, figo. Solitamente fuori dalla mia portata (ecchevelodicoaffare) si accompagna con Bernarde modelle, o comunque fighe pure loro. Di fronte a questi esemplari ho spesso balbettato, riso istericamente tanto da farmi udire a 2 nazioni di distanza e farmi prendere le convulsioni, e mi si è azzerata la salivazione, al punto da schioccare la bocca come una triglia all’amo. Le migliori figure da sfigatona le ho fatte con loro. Col passare degli anni, tuttavia, mi son presa le mie rivincite.
  2. Il TIMIDO. Il timido nasconde con la timidezza la sua congenita voglia di non fare un cazzo. Al timido scatta quella passività mascherata da tenerezza che ci fa sciogliere. In realtà, vuole che facciamo tutto noi, dallo scegliere il posto dove andare a fare la prima mossa. Io non dico che non esista una vera timidezza, ma attenzione, guardate che vi si sgama facile, e dalla timidezza alla pretesa il passo è brevissimo.
  3. Lo SFIGATO (& Mammone). Ovvero, un mio affine. Ma mica così tanto. Sarà che abbiamo la stessa provenienza, ma scatta all’interno degli sfigatoni un tentativo di uscire dalla propria casta, e quindi di evitarsi accuratamente per non proseguire geneticamente una discendenza sfigata. Fondamentalmente, lo sfigato si nasconde peggio della sfigata, giacché tutto di lui urla “SOCIALMENTE INETTO E INCAPACE con QUALSIASI CREATURA FEMMINILE di qualsiasi specie”. Tranne che con la mamma. Quella è sacra, intoccabile, e spesso baffuta. Quando la combo sfigato&mammone vi incrocia per strada, scappate.
  4. L’INDECISO. Altra categoria davvero insopportabile. Se nel 2015 non avete ancora capito che a noi Bernarde piace la decisione del “maschio che non deve chiedere mai” avete davvero dei problemi. Fate conto che è così da sempre, da quando vivevamo nelle caverne, che a noi ci piace il manzo che ti prende e ti sbatacchia un po’, senza esagerare. Se l’indeciso ti invita fuori, ti farà scegliere dove andare a mangiare, poi dove andare a bere, poi una volta che ti riporta a casa tentennerà all’infinito, indeciso se baciarti o meno. L’indeciso non coglie mai l’attimo giusto. Un suggerimento: dire “Ti porto in un posto speciale” è molto meglio di “Dove si va? Dimmi te.” Ci piace che abbiate il controllo su come corteggiarci. Se siete indecisi anche su quello, state a casa.
  5. Lo STRONZO. Un momento di silenzio. Sento la carogna che sale. Allora amicissime mie. Due parole anche per voi. Io sono una pentita. Ovvero mi sono pentita di aver gettato nel cesso anni dietro agli stronzi. Smettete immediatamente di proseguire lo stereotipo che “alle donne piace il bastardo” perché giuro che vi caccio dall’Eden della Bernarda. Lo stronzo stronzeggia. È un irrispettoso, spaventato, emotivamente impotente congenito. Se voi gli andate dietro, rafforzate la sua convinzione, lo fate sentire ancora più ‘stograndissimocazzo che si crede di essere. Lo stronzo gode nel vedere quanto gli corri dietro, nel darti le briciole di attenzione, nel dirti una cosa e fare l’esatto opposto. È abilissimo nel manipolare, farti credere che tu sia la sua stella, poi sparire e riapparire quando gli pare. Come sottocategorie abbiamo il Manipolatore e il Seduttore seriali. Ah, e ovviamente, l’unica donna della sua vita che vede con certa frequenza e periodicità è l’estetista. A lei è sempre fedele. Tutte le altre sono satelliti del suo ego malato.
  6. Il BOHEMIEN. Che è un altro modo per dire alterato. C’è una minoranza che poi tanto minoranza non è di manzi che ricorrono a qualsiasi sostanza un po’ sballicchiante per affrontare qualsiasi serata. Alcool e droghe leggere sono in cima. Quindi se uscite insieme, è assai probabile che si scoli litri di tavernello, poi chiami il suo amico che gli allunga un po’ di roba per farsi una canna, poi si va di nuovo a bere, finchè quello non è ingrifato come un cinghiale e vi agguanterebbe anche se foste fatte di pezza. Il giorno dopo, il cerchio alla testa e l’alito di morte faranno dimenticare la serata con voi, e nei casi più gravi, anche il vostro nome.
  7. Il FUGGITIVO. Questo è un mio must have, un po’ come le cravatte di Enzo Miccio. Perché il fuggitivo non ha bisogno di molte spiegazioni. Il fuggitivo fugge. L’unica differenza sono i tempi, e in qualche aspetto dei modi. Perché può essere che fugga dopo la prima telefonata, senza gravi conseguenze per la vostra salute mentale, oppure che fugga senza spiegazione né motivo dopo mesi insieme. Allora lì dovete ricomporre i pezzi, il più delle volte senza sapere perché. Il fuggitivo è una delle peggiori forme di vigliaccheria umana concepita. Siete dei codardi, pusillanimi, dei cacasotto, e meritate di affogare nella vostra cacca.
  8. Il COTTO A PUNTINO. Lì per lì fa piacerissimo. Si vede chiaramente che gli piaci, che spasima per te. Sì, finchè non diventa petulante, insistente e completamente privo di contenuti. Tu provi a spiegargli che hai bisogno anche di altro oltre a complimenti, che i suoi modi non sono adatti a te, che non basta avere un dialogo basato solo su quanto gli piaci. Il cotto a puntino non è capace in realtà di avere uno scambio reale, è invaghito di un sogno, di una tua immagine fatata che non corrisponde alla realtà. Anzi. Ti imprigiona in questo suo ideale di tua perfezione. Noi donne siamo tutto fuorchè perfette, e vogliamo sentirci accettate per quello che siamo, invece di essere angelicate senza neanche averlo chiesto. È stancante.
  9. Il PETER PAN. Ma quanti sono? Una moltitudine, un formicaio. Il Peter Pan è per definizione un eterno ragazzino spaventato dal futuro (e per futuro, intendo anche “cosa mangiamo per cena?”) allergico agli impegni, ai sentimenti e a tutto quello che gli dà stabilità. Vien voglia di prenderlo a badilate finchè non gli torna il senno. Per lui è molto meglio nascondersi dietro un’aria da eterno giovincello, spirito libero di ‘stocazzo, artista e creatore della sua esistenza. In realtà è solo, saltella da una Bernarda all’altra senza fissa dimora, ha il cuore stagnante e ha perso tutta la spontaneità dell’infanzia, anche se se la sente ancora a 35-40 anni. Crescete.
  10. Il SANO. È un panda. In via d’estinzione. Il sano è raro, e al 99%, è già preso. Il sano è un ragazzo sicuro, capace di corteggiarti, ricco di contenuti, realizzato, disinvolto, bello dentro e luminoso all’esterno. Non ha bisogno di apparire, depilarsi, fare giochetti manipolativi. Non ha bisogno di metterti alla prova, è consapevole di sé, sinceramente interessato, intelligente. Non ha paura dello scontro quand’è necessario. È centrato, moderato e deciso. A qualsiasi età si dimostra maturo. E ti rispetterà sempre, perché rispetta sé stesso, ed è devoto al proprio amore. E amiche mie, esiste. È vero, è sempre più raro in questo contesto sociopatico, ma da qualche parte c’è. Se si trovano ancora i panda, caspita, siamo 7 miliardi di uomini sulla Terra, qualcuno adatto a noi ci sarà ancora in giro!!!

Concludo dicendo alle mie amiche Bernarde che m’avete smarmellato la uallera con ‘sta storia che non esistono più ragazzi perbene, che l’amore è una bufala e che non ci credete più. Con questo atteggiamento della minchia chi volete che vi pigli? Siete lamentose e petulanti. Se anche a me s’affloscia la solidarietà femminile, figuratevi se un ragazzo vi troverebbe attraenti. I casi son due: o smettete di cercare di attrarre l’attenzione in questo modo infantile e odioso, o tacete. Perché si capisce che state pigolando in cerca di qualcuno che vi salvi dalle brutture del passato senza farvi soffrire mai più.

Prima lo capite e meglio è: nessuno accorrerà a salvarvi, perché nell’amore non c’è pretesa. Dovete farlo da sole.

L’amore è capriccioso, ma anche molto saggio. Punge solo chi è davvero pronto.

  • Chiara

    Aspettavo con ansia questo momento…. È arrivato!

    • Grazie 😀 !!!

    • Chiara

      Giulia che dire…semplicemente unica!!grande Giuggi mi hai fatta morire dalle risate!!!

  • Patrizia

    Insuperabile !!! Complimentissimi per l’originalità ♥

    • Grazie mille davvero!!!

  • Mery

    …E finalmente ci siamo!!!
    Spettacolare come da programma, anzi, anche meglio: ti amissimo!! Ho riso un sacco, tristi verità.
    In bocca al lupo per questa nuova grande avventura!

    • Ti ringrazisssssimo. La verità ha sempre un sapore acidulo, ma ancora mangiabile, un po’ come lo yogurt il giorno prima di scadere. Grazie per esserci in questo primo giorno di nuove avventure allora!

  • Giacomo

    Tolto il figo,il bohemien e il sano,mi rendo conto di essere un ibrido fra tutte le altre specie…..potresti coniare forse un’undicesima categoria,altrimenti mi sento sperduto….orribile e sperduto.
    Però è davvero divertente (nonchè attinente alla realtà),voglio la controparte femminile!Brava Giulia!

    • tutti i manzi sono meravigliosamente orribili. Ne ho scelte 10 per semplificare, ma il sottobosco è infinito. I “10 tipi di Bernarde” è già pronto e fumante per essere pubblicato. Grazie!

  • Semplicemente… favolosa. Uno spiraglio di luce, allegria e graffiante ironia. brava!

  • Giuseppe

    Ahahah bello, bello… brava! Tutti profili riconoscibilissimi, mi è sembrato di vedere dei miei amici (su di me sorvolo), lo sfigato mi ha fatto ridere forte!
    Aspetto le bernarde (inteso come post)

    • Bernarde già pronte, non si arrenderanno senza lottare. Grazie ma…sai che bisogna fare outing sul proprio status di manzitudine? 😛

  • Chiara

    I love you!

  • Alice

    Allora ecco la mia personalissima lista:
    ✔️ Il peter pan cel’ho
    ✔️ Il figo cel’ho
    ✔️ I’indeciso cel’ho con doppione si accettano scambi
    ✔️ Il fuggitivo cel’ho
    ✔️ Il bohemien cel’ho
    ✔️ Lo stronzo cel’ho. Quello non manca mai!

    • U go girl !!! Bernarda con la B maiuscola!

  • Rossella

    Fantasticooooo!! Pacchi di stima Sorella… 😀

  • veronica

    Fantastica! 😉 è proprio così……:-)

    • Tragicomicamente vero… ! 😉

  • Amica…ti adoro! Sei il mio mito, la mia Carrie Bradshaw italiana…continua così!!!

  • selena

    ahahahahah mi hai strappato un sacco di risate!!!! io prediligo il sano..come tutte le Bernarde sicuramente…ma hai ragione tu..ahimè..ce ne son davvero ma davvero troppo pochi…

    • Il panda non si é ancora estinto,e se tiene botta lui che sembra un adorabile peluche menefreghista,c’é speranza per tutte. Grazie 😀

      • selena

        <3

  • Valentina

    Giuliaaaa! Mi sono fatta delle sonore risate!!

    La tua minion anfetaminica :)